Vodafone: delusione call center

[facebook_like_button]

Sono cliente Vodafone dal lontano 1996, la compagnia era allora Omnitel ed era l’unica alternativa a TIM per i neonati cellulari GSM. Nel 1996 diedi fiducia al provider “alternativo” e devo ammettere che non mi sono mai potuto lamentare né mai mi è passato per la testa di cambiarlo, almeno non fino ad oggi. Infatti le mie ultime chiamate al call center 190 sono state tutte una totale delusione, ma procediamo per gradi.

Qualche mese fa, la compagnia inglese decide di regalarmi un mese di traffico dati, regalo che, avendo un iPhone, è stato particolarmente gradito. Al termine della promozione, però, ho deciso di non rinnovare l’offerta, ma mi sono ritrovato a pagare ugualmente 1,50 € al giorno per l’utilizzo, involontario, della connessione. Accadeva perché alcuni servizi, lanciati magari per sbaglio, scaricavano dati facendomi addebitare l’ovvio costo del servizio. Cercando nelle opzioni dell’iPhone, però, utilizzando la scheda Vodafone, non appariva l’opzione per la modifica dell’APN (presente invece all’inserimento di una scheda TIM), che avrebbe impedito l’utilizzo involontario del traffico dati. Ho così telefonato al 190 e l’operatrice di turno mi suggeriva di disattivare il traffico dati, avvisandomi che l’operazione mi avrebbe però impedito non solo di inviare MMS, ma anche di collegarmi ad internet via WiFi! ho così fatto notare all’operatrice che a mio avviso la cosa era impossibile, in quanto la connessione WiFi dell’iPhone è totalmente indipendente dalla SIM utilizzata, al punto che è possibile utilizzarla anche rimuovendo del tutto la card, ma l’operatrice continuava ad insistere che, in un modo o nell’altro, sarebbe stata in grado di bloccare anche il WiFi. Ritenendo che non fosse una cosa possibile, anche un po’ per la voglia di smentirla, ho richiesto ugualmente la disabilitazione del traffico dati, ed ho potuto verificare che, come avevo potuto sostenere, il WiFi continuava a funzionare tranquillamente.

Pochi mesi più tardi mi torna necessario l’utilizzo del traffico dati, così in data 7 luglio, alle ore 18.15, chiamo nuovamente il 190 per richiedere l’abilitazione del traffico dati e l’attivazione della promozione internet per una settimana. L’operatore mi garantisce che al massimo in 24 ore (ma di solito erano solo poche ore) il servizio e la promozione mi sarebbero stati abilitati. Invece non fu così, oggi ho ancora il traffico dati disabilitato e la promozione non mi è stata mai abilitata… e c’è da aggiungere che il 9 luglio la connessione in mobilità mi sarebbe servita per lavoro. Decido così di telefonare al 190 una terza volta per richiedere informazioni in merito, ma chiamo una prima volta e la linea cade dopo 22 minuti. La seconda arrivo addirittura a 45 minuti di attesa, ma la pazienza ha un limite e così ho rinunciato. Stavolta Vodafone = 0.

Che esperienza avete avuto voi con i call center? se avete voglia di sfogarvi, o di raccontare episodi (positivi o negativi), commentate pure.

Una reazione a “Vodafone: delusione call center

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *