Il popup più fastidioso del mondo ruba i like su Facebook di Nutella Italia

[facebook_like_button]

A chi non è capitato, mentre si naviga, di sentire dal nulla la fastidiosa voce di un uomo che dice “come guagnare 487 euro…” oppure quella più recente, di una donna, che dice “ciao! sono Giuliana…” o oncora di una fantomatica Tere Bongio che afferma di aver pagato un iPhone pochi euro sul sito “prezzi pazzi”? L’insopportabile finestra che si apre automaticamente al visitare di determinati siti è anche impostata con un volume decisamente elevato e risulta ancora più fastidiosa e invadente di quanto non lo siano i normali, accettabili banner.

Al danno, però, si aggiunge anche la beffa. Sì, perché visualizzando la pagina per chiuderla, ci si può accorgere di essere stranamente presente tra le persone a cui su Facebook quella pagina piace, il che potrebbe portare altri amici a fidarsi del contenuto ivi presente. Tutto molto strano se non si è mai cliccato sul “mi piace” di quella pagina, come è possibile?

Un’analisi del codice ha rivelato che in realtà il “mi piace” visualizzato sulle popup più fastidiose del mondo non è relativo ad esse, ma alla pagina Facebook della Nutella facebook.com/nutella.italy. A chi non piace la Nutella? un furbo trucchetto per adescare inconsci visitatori, che però Facebook non dovrebbe permettere, soprattutto per una pagina che, al momento, ha ben 4,4 milioni di Like.

Codice sorgente della popup visualizzato con l'estensione FireBug

Nel codice si nota il collegamento alla pagina Facebook di “Nutella Italy”

Attendendo una risposta da Palo Alto sul fenomeno, vediamo come disabilitare queste popup.

Il metodo più efficace è quello di modificare il proprio file host, in modo da far puntare quei determinati domini al proprio PC, sul quale non è in funzione, con molta probabilità, alcun Web Server.

Windows: per modificare il file host su Windows basta copiare sul desktop il file C:\Windows\System32\Drivers\etc. Aprirlo con notepad per aggiungere le righe necessarie, chiuderlo apportando le modifiche e ricopiarlo nella cartella d’origine.

Mac OS X: per modificare il file host su Mac OSX Mountain Lion e precedenti basta aprire il Terminale in “Applicazioni > Utility” e digitare sudo nano /private/etc/hosts.

Linux: per modificare il file host su Linux basta aprire il terminale e digitare sudo nano /etc/hosts.

Le righe da aggiungere al file host sono le seguenti, aggiungendo allo stesso modo gli altri siti che non si desidera visualizzare:

#Blocco popup
127.0.0.1 *.guadagnare2012.com
127.0.0.1 *.comeguadagnare.org
127.0.0.1 *.borsapernegati.com
127.0.0.1 *.soldi2013.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *