Apple pensa alla sicurezza e lancia l’autenticazione in due passi

[facebook_like_button]

Apple ha finalmente aggiornato il sistema di autenticazione di iCloud e di Apple ID implementando l’autenticazione in due passi. Questo tipo di verifica, già utilizzato da altri come Google, o anche dalle banche, che data la tipologia di servizi offerti necessitano della massima sicurezza online possibile, consiste nel verificare la propria identità attraverso uno dei dispositivi già autenticati precedentemente, prima di poter effettuare acquisti sugli store o modifiche al proprio account da un nuovo dispositivo.

All’accesso, infatti, l’utente riceverà un codice via SMS o attraverso l’applicazione “Trova il mio iPhone”, con il quale potrà proseguire nelle proprie operazioni. Durante le impostazioni di sicurezza, l’utente potrà scegliere quale dei propri dispositivi iOS sarà “trusted”, ovvero in sicurezza per l’invio del codice e, in caso di smarrimmento della password, per l’invio del link di reset.

Questo aggiornamento giunge probabilmente a causa della facilità nel “bucare” gli’account iCloud. Era infatti spesso sufficiente indovinare la domanda segreta per aver accesso a tutti i dati presenti sulla nuvola.

Tuttavia, per il momento, questo tipo di autenticazione sarà disponibile solo per gli utenti dgli Stati Uniti, del Regno Unito, dell’Australia, del’Irlanda e della Nuova Zelanda, per l’Italia dovremo ancora attendere quindi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *