Google Keep note: le note nell’era del cloud

[facebook_like_button]

Il nuovo servizio made in Mountain View, di cui già si erano sentiti dei rumor, è stato lanciato ufficialmente in versione web e applicazione Android. Si tratta di Google Keep Note, che, come suggerisce il titolo, permette di memorizzare ed organizzare le proprie note, i propri appunti, ciò che ci passa per la testa, salvandoli direttamente sul cloud di Google. L’indirizzo per raggiungere la versione web è drive.google.com/keep, mentre l’applicazione per Android è disponibile su Google Play per i dispositivi dotati almeno della versione 4.0 Ice Cream Sandwich.

Google Keep note: Android Il servizio supporta anche i memo vocali, che verranno trascritti automaticamente. Ovviamente è disponibile anche la ricerca e la possibilità di cancellare o archiviare le note allorquando diventeranno vecchie. Dal punto di vista grafico saranno ben distinte l’una dall’altra, grazie anche alla possibilità di selezionare un colore differente per ognuna di esse, ma è anche possibile assegnare priorità differenti, effettuando il drag’n drop delle singole note che, a prima vista, somigliano un po’ ai tiles di Windows Phone.

Parlando di Microsoft, e di Apple, non è stato rivelato nulla riguardo l’eventuale rilascio dell’applicazione anche per altri smartphone, ma anche al lancio di Google Drive avvenne la stessa cosa, e le versioni per iOS e Windows Phone furono rilasciate in un secondo momento. Nel frattempo, comunque, la versione web funziona correttamente su tutti i dispositivi mobile grazie al layout responsive che, comunque, caratterizza tutti i prodotti web di Google.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *