Samsung Galaxy S 4: svelato il successore dell’S III

[facebook_like_button]

Nel corso di un evento tenutosi ieri a New York, Samsung ha svelato il suo ultimo gioiellino, che andrà ad occupare la fascia top di gamma della serie di smartphone Galaxy. Il Samsung Galaxy S 4 segue infati il Galaxy S III, che ha venduto oltre 100 milioni di dispositivi in tutto il mondo e di cui riprende, in un certo modo, l’estetica, ora però snellita, meglio rifinita, migliorata del tutto a partire dal display da 5”. Questa movità non inficia però più di tanto le dimensioni generali, e migliorate rispetto al predecessore risultano anche lo spessore, ora inferiore, e la qualità dei materiali che, precedentemente plasticosi appaiono ora più solidi e soprattutto leggeri.

Partendo proprio dal display, il nuovo 5” è un Super AMOLED con risoluzione 1920×1080, con una densità di pixel pari a 441 ppi e rivestito da Gorilla Glass 3, un particolare vetro leggero, resistente e sottile, in materiale alcalino-alluminosilicato.

Per quanto riguarda il processore che lo piloterà, si parla di una doppia versione. Sembra infatti che il modello Europeo, a differenza di quello Statunitense che monta un quad-core da 1.9Ghz, disporrà addirittura di un octa-core da 1.6Ghz, con 2 GB di RAM e configurazioni da 16, 32 e 64 GB per l’archiviazione di musica, foto, filmati ed ovviamente App, ma disporrà anche di uno slot per l’aggiunta di una microSD supplentare. Il sistema operativo sarà Android 4.2.2 Jelly Bean.

Il parco connessioni presenta HSPA+42 Mbps, 4G LTE, Wi-Fi, GPS, il Bluetooth 4.0 LE, NFC ed una porta infrarossi che permetterà al Galaxy S 4 di funzionare anche come regolare telecomando, una novità già vista sul Galaxy Note 8.1.

La batteria che alimenterà tutte queste specifiche tecniche non sarà da meno, si tratta infatti di 2600 mAh, che dovrebbe garantire una adeguata autonomia, tale quindi da non costringere alla ricarica nemmeno i più sfrenati utilizzatori di smartphone.

Ma al di là di quanto detto fin ora, Samsung si è focalizzata in particolar modo sulle fotocamere presenti su questo Galaxy S 4, in quanto oltre alla 13 megapixel presente sul retro del dispositivo, anche la fotocamera frontale è degna di nota, infatti è di 2 megapixel l’obiettivo destinato alle videochiamate, ma non solo, in quanto è presente una modalità chiamata “Dual Camera” (doppia fotocamera), che permette ai due obiettivi di funzionare contemporaneamente registrando video o scattando foto: gli utenti possono scegliere infatti come impostare la seconda visuale e permette quindi di mostrare cosa essi stanno guardando senza dover girare il dispositivo ed interrompere la conversazione video.

Nell’utilizzo “tradizionale” della fotocamera, il nuovo Galaxy S dispone di 12 modalità di scatto differente, tra cui “Drama Shot” (scatto drammatico) che permette di creare immagini cinematografiche salvate come GIF animate, un formato che fino ad oggi sembrava superato, e “Sound & Shot”, che permette la registrazione di suoni o voci, da abbinare alla fotografia. “Story Album” permette inoltre di creare degli speciali album raggruppando le foto con informazioni geografiche, geolocalizzate dal GPS e salvate come dati Exif, per creare dei percorsi virtuali basati anche sugli eventi speciali presenti sul calendario.

Riguardo le gesture, Samsung ha implementato su questo nuovo smartphone tutte quelle presenti nella serie Galaxy Note. Air View poi, permette agli utenti di avvicinare le proprie dita al contenuto di particolari App (come Flipboard), e visualizzare un’anteprima del contenuto prima di cambiare del tutto pagina. Si tratta di gesture come quelle usate su Kinect, che permettono di lanciare comandi, tra cui anche le chiamate vocali, senza dover toccare del tutto il display. Ed allo stesso modo funzionano le nuove funzioni “Smart Pause” (pausa intelligente) e “Smart Scroll” (scorrimento intelligente), che permettono agli utenti che voltano lo sguardo di mettere in pausa un video o di scorrere automaticamente altri contenuti in base ai movimenti effettuati. Non si tratta di controllo degli occhi, ma di un’evoluzione del riconoscimento facciale.

Samsung Galaxy S 4 sarà disponibile sul mercato dal secondo trimestre del 2013 nelle colorazioni Black Mist e White Frost.

Una reazione a “Samsung Galaxy S 4: svelato il successore dell’S III

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *