Malware WordPress, come trovare i file infetti e mettere in sicurezza il sito

[facebook_like_button]

Effettuare un backup del proprio sito

Il prossimo passo è quello di effettuare un backup del proprio sito. I file più importanti sono, nella root del sito, wp-config.php, .htaccess, favicon.ico e robots.txt, perché sono quelli che di solito vengono aggiunti manualmente, o modificati, dopo l’installazione di WordPress. Inoltre è importante effettuare il backup della directory wp-content, che contiene tutti i file caricati su WordPress, nonché i temi ed i plugin. Effettuare poi anche il backup del database, attraverso phpMyAdmin, la shell dei comandi se prevista dall’host provider o appositi plugin. WordPress.org dispone di una guida sui vari metodi con cui effettuare il backup del database di WordPress. Con questi file a disposizione sarà possibile ripristinare il sito allo stato iniziale nel caso in cui qualcosa dovesse andare storto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.