Sincronizzare i sottotitoli nei file multimediali

[facebook_like_button]

Sincronizzare i sottotitoli è un’operazione più semplice che sincronizzare l’audio e il video, sia perché i sottotitoli consentono un margine di errore più ampio, anche di un centinaio di millisecondi, ma soprattutto perché si tratta di file più piccoli, per cui modificarli risulta più rapido.

Il software che utilizzeremo, oltre a VLC Media Player per testare i sottotitoli, è Subtitle Edit, ma è ottimo anche Subtitle Workshop. Entrambi sono comunque gratuiti, per cui a voi la scelta.

La prima operazione da effettuare, come nel caso della sincronizzazione audio/video, sarà quella di verificare se la frequenza di aggiornamento del video destinazione è la medesima del video per cui sono stati creati i sottotitoli. Il problema, in questo caso, sta nel fatto che se non sappiamo per quale video sono stati creati, starà a noi scoprirla. Generalmente comunque le possibilità sono anche in questo caso due: NTSC (standard statunitense a 23,967215 fps) o PAL (europeo da 25 fps).

Per trovare la frequenza di aggiornamento di un file srt possiamo guardare la sua lunghezza. Infatti i filmati NTSC sono più lunghi di circa il 4,3% rispetto allo stesso filmato in PAL, per cui se il file video dura ad esempio 40 minuti mentre nel file dei sottotitoli troviamo che l’ultima battuta si trova a 41′ 30”, allora il video sarà PAL e i sottotitoli NTSC. Ovviamente è necessario considerare anche i titoli di coda (durante i quali non vi sono sottotitoli) ed eventuali sfasature anche all’inizio del filmato. Diciamo che per effettuare un calcolo più accurato il modo migliore sarebbe quello di annotarsi la lunghezza del video tra la prima parola sottotitolata e l’ultima, sia del file sottotitoli che del file video, ed effettuare i calcoli su queste due misure, oppure sincronizzare la prima parte dei sottotitoli e verificare se dopo qualche minuto si sfasano.

Conversione del framerate sottotitoli

In caso di framerate differenti, inutile dirlo conviene modificare quello dei sottotitoli. Aprire quindi il file srt con “Subtitle Edit” e cliccare su “Synchronization > Change frame rate…” per effettuare la conversione. Il primo parametro è quello in cui si trovano i sottotitoli originali, il secondo è il framerate del video con il quale bisogna sincronizzarli.

Sincronizzazione dei sottotitoli

La prima cosa da fare è verificare il minutaggio della prima battuta sia sull’audio che sui sottotitoli e calcolare la differenza per una prima sincronizzazione grossolana. Se la prima battuta si ascolta ad esempio a 1′ 30” mentre il sottotitolo relativo si trova a 1′ 40” bisognerà sottrarre 10 secondi all’intero file. Aprire quindi Subtitle Edit e cliccare su “Syncronization > Adjust all times” e, accertandosi che sia spuntata l’opzione “All lines”, anticipare tutti i sottotitoli di 10 secondi impostando “00:00:10,000” (ore:minuti:secondi,centesimi) e cliccando su “Show earlier”.

A questo punto bisogna effettuare una sincronizzazione più precisa. Dopo aver salvato il file dei sottotitoli, aprirli quindi assieme al video con VLC e, posizionandosi sulle prime battute, cliccare su “Strumenti > Sincronizzazione traccia”. Questo strumento, già visto anche per la sincronizzazione audio, permette di sincronizzare anche i sottotitoli in tempo reale. Dopo aver trovato la migliore sincronizzazione modificando il parametro “Sincronizzazione sottotitolo della traccia”, annotarsi la differenza (in formato secondi,centesimi) e applicarla definitivamente con Subtitle Edit, come già visto per la sincronizzazione grossolana.

Se sia i sottotitoli che il nuovo file video non prevedevano differenza nella durata, la sincronizzazione è già completa.

Sincronizzazione in più punti

Capita però spesso che, se uno dei due filmati è tratto dalla TV, a causa dei tagli dovuti alle interruzioni pubblicitarie la durata delle pause è differente, per cui vi saranno dei punti in cui i sottotitoli si sfaseranno di qualche secondo (generalmente massimo 2 secondi).

In tal caso sarà necessario annotarsi il minutaggio in cui avviene lo sfasamento e tramite VLC effettuare una sincronizzazione precisa a partire da quel punto. Dopo aver segnato i secondi ed i centesimi di differenza, aprire di nuovo i sottotitoli con Subtitle Edit e selezionare la riga del primo sottotitolo sfasato. Mantenendo premuto il pulstante shift della tastiera, premere sull’ultima riga dei sottotitoli per selezionare tutte le successive. Cliccare quindi sul menu “Syncronization > Adjust all times” e, accertandosi che questa volta sia spuntata l’opzione “Selected lines only”, anticipare o posticipare dei dovuti secondi tutti i sottotitoli selezionati, cliccando su “Show earlier” in caso di valori negativi, o “Show later” in caso di valori positivi.

Si tratta questa di un’operazione che dovrà essere effettuata, con ogni probabilità, nel punto in cui si trovava ogni interruzione pubblicitaria.

Tag:

Una reazione a “Sincronizzare i sottotitoli nei file multimediali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *